domenica 19 dicembre 2010

Tutorial: il cielo nei paesaggi (e le modalità di fusione)

Tutorial, migliorare il cielo nei paesaggiFinalmente dopo tanto tempo un tutorial!
Uhoooooooooooo!! <- folla in delirio :)

Per l'occasione ho ripescato un paio di foto di paesaggi (no comment, io e i paesaggi siamo due mondi a parte) scattate la primavera scorsa nei dintorni di Madrid.
La regola n. 1 per scattare dei buoni paesaggi "sarebbe" avere i filtri adatti: questo perché (sono certa che ve ne siate già accorti senza questa mia illuminante rivelazione) il cielo spesso è molto più luminoso di tutto il resto della scena, soprattutto (come in questo caso) con luce crepuscolare e soprattutto (come in questo caso!!) quando ci si ostina a fotografare la parte più luminosa del cielo... cioè quella con il sole!
In mancanza di filtri (ed esperienza... perché i filtri poi bisogna anche saperli usare... e io anche se li avessi NON li saprei usare), la cosa migliore da fare per non perdere quello scorcio che ci ha lasciati senza fiato è "scattare alla meno peggio" per cercare di avere un'immagine con il maggior numero di informazioni possibili.

Attenzione: non sto per parlare di HDR. Per questioni ideologiche non pratico l'HDR ^_^
No, a parte gli scherzi. Sono sicura che l'HDR sia una figata. Davvero. E' che proprio non è nelle mie corde. Lascio volentieri l'argomento a qualcuno più preparato di me.

Torniamo alla premessa di cui sopra e cioè
  • tramonto / paesaggio bellissimo
  • non ho i filtri adatti
  • non voglio fare più scatti a esposizioni diverse e poi mixarli (HDR)
  • voglio fare uno scatto unico e poi recuperarlo meglio possibile in post
L'esposizione che io scelgo in questi casi (e ho avuto modo di esercitarmi molto bene in Scozia, dove credo ci  sia il cielo più bello e più fottutamente luminoso del mondo) è quella che mi permette di
  • non bruciare il cielo (o bruciarne un'area minima nella zona adiacente al sole)
  • non sottoesporre eccessivamente la terra
NB: può essere una buona idea attivare l'istogramma sul display della vostra reflex ;)

Veniamo al caso studio di oggi:
Tutorial, migliorare il cielo nei paesaggi
Un bel cielo plumbeo con sprazzi di "vanilla sky" potenzialmente bruciacchiato, ma attenzione: l'istogramma mi dice che non c'è bruciatura. Al momento dello scatto, questa è l'unica cosa che mi interessa.
La terra è sottoesposta ma non ho perso i dettagli delle ombre (vedere alberi al centro). A occhio può sembrare tutto nero, ma l'istogramma mi conferma che c'è tutto quello che ci deve essere.
Prendo per buono l'istogramma, impacchetto il tutto, prendo l'aereo e torno a casa, dove verifico se effettivamente la foto è recuperabile o meno.
In questo caso ciò che dovrebbe essere recuperato sono:
  • i dettagli delle alte luci del cielo
  • i dettagli in ombra degli alberi al centro
  1. come si verifica di non aver bruciato il dettaglio delle alte luci?
    Tutorial, migliorare il cielo nei paesaggi in altre parole, un'area bruciata (completamente bianca) è persa, non si recupera. Mentre un'area che sembra bruciata ma è solo molto sovraesposta (non completamente bianca) si può recuperare.
    Per controllare le altre luci, io agisco sui livelli: prendo l'indicatore delle ombre e lo sparo a destra, appiccicato all'indicatore delle luci, così come vedete qui di fianco.
    Le aree bruciate appariranno in bianco; le aree sovraesposte ma
    non bruciate, in rosso e giallo; tutto il resto diventa nero.
    Questo è il dettaglio del mio cielo, dopo il test dei livelli: c'è una piccola bruciatura nella zona adiacente al sole, più che accettabile, mentre tutto il resto (in rosso) si può recuperare.

    Tutorial, migliorare il cielo nei paesaggi
    Se avessi avuto un risultato di questo tipo, invece, avrei saputo che le aree in bianco non sono comunque recuperabili.
    Tutorial, migliorare il cielo nei paesaggi
    In sintesi:
    Tutorial, migliorare il cielo nei paesaggi
    cielo sovraesposto ma non bruciato
    Tutorial, migliorare il cielo nei paesaggi
    cielo bruciato
  2. Come si verifica di non aver "bucato" il dettaglio delle ombre?
    Tutorial, migliorare il cielo nei paesaggiStessa cosa, ma all'incontrario.
    Con i livelli, sposto l'indicatore delle alte luci tutto a sinistra (lo "spiaccico" sulle ombre. Vedere qui di fianco.
    In questo modo, avrò quasi tutto bianco tranne le aree "bucate" (cioè completamente nere) in nero, e le aree sottoesposte in giallo e verde.
    Questi sono gli alberi al centro della scena, dopo il secondo test dei livelli: anche se l'area è molto scura, il dettaglio delle ombre è stato conservato al 100%. Si può recuperare.

    Tutorial, migliorare il cielo nei paesaggi
    Se il risultato fosse stato una cosa di questo genere, avrei saputo che i dettagli dell'area in nero erano andati persi (troppo sottoesposti = bucati)
    Tutorial, migliorare il cielo nei paesaggi
    In sintesi:
    Tutorial, migliorare il cielo nei paesaggi
    dettaglio degli alberi recuperabile
    Tutorial, migliorare il cielo nei paesaggi
    dettaglio degli alberi perso
    Attenzione: lo so che questi primi due punti sembrano un po' ostici e pallosi, ma quando ho una foto con un range tonale molto ampio (paesaggi, controluce... ritratti esposti male, perché no :)) io preferisco perdere quei due minuti per fare questa velocissima verifica, piuttosto che perdere tempo su una foto e poi accorgermi all'ultimo che certe zone non si possono recuperare!
    Quindi leggeteli bene questi due punti e se qualcosa non è chiaro chiedete... e cercherò di spiegare ^_^
  3. Fine delle chiacchiere, si comincia il lavoro "sporco": schiariamo un po' il tutto
    C'è un sistema sicuro per dare una schiarita alla scena senza correre il rischio di bruciare le alte luci: con i livelli, intervenendo solo sulla gamma (cioè la levetta al centro, quella grigia).
    Questo è il risultato, aumentando la gamma di 0.1 punti (cioè portandola a 1.10): tiriamo fuori il dettaglio degli alberi.Tutorial, migliorare il cielo nei paesaggi
  4. Adesso veniamo alla parte più "ostica": creare una maschera per intervenire solo sulle aree più luminose del cielo.
    Do per scontato (illusa io!) che sappiate già come funzionano le maschere, cioè bianco = opacità totale, nero = trasparenza totale... se così non fosse, suggerisco un ripasso... ^_^
    In questo caso la natura stessa dell'immagine ci facilita le cose: facciamo per prima cosa una copia del livello di base, e una successiva conversione in b/n
    Tutorial, migliorare il cielo nei paesaggi
    cerchiamo il tipo di conversione che lasci più contrasto possibile nel cielo, scurendo al massimo la terra (se è nera, meglio ancora)
  5. Sempre sul livello duplicato (lo chiameremo per comodità "LIVELLO MASCHERA"), applichiamo i livelli per aumentare il chiaroscuro: area luminosa del cielo quasi completamente bianca, terra nera (vuol dire tirare un po' a destra l'indicatore delle ombre, e un po' a sinistra quello delle luci)
    Questa è la nostra maschera di regolazione per il cielo, per ora teniamola in un livello separato (invisibile) e poi vediamo cosa farne:Tutorial, migliorare il cielo nei paesaggi
  6. Ci sono molti modi per scurire un cielo: quello che io preferisco è applicare una copia del livello in modalità di fusione sottrattiva. Traduco in italiano: faccio una copia del livello di base (lo chiameremo per comodità "LIVELLO SCURISCI"), e imposto la modalità di fusione del livello su "Moltiplica". In questo caso, ho anche fatto una conversione in b/n e ho regolato un po' i livelli per avere il massimo contrasto nelle aree più sovraesposte.
    Tutorial, migliorare il cielo nei paesaggi
    Quindi, in soldoni: 1) duplica livello, 2) converti in b/n e regola i livelli, 3) cambia la modalità di fusione su "Moltiplica".
    Come vedete, abbiamo recuperato in un attimo tutti i dettagli delle alte luci del cielo, ma abbiamo scurito eccessivamente tutto il resto. Ora vediamo come applicare questo effetto solo dove serve.
  7. Mascheriamo l'effetto. Andiamo a riprendere il nostro LIVELLO MASCHERA, copiamolo e applichiamolo come maschera di livello su LIVELLO SCURISCI.
    Domanda da 1.000.000 di dollari. Come si fa ad applicare un livello come maschera di un altro livello?
    Con Photoshop:
    - attivo LIVELLO MASCHERA e lo copio, ctrl+A, ctrl+V
    - deseleziono tutto, ctrl+D
    - attivo la maschera veloce (in basso nella toolbox, tasto rapido: Q)
    - incollo, ctrl+V
    - disattivo la maschera veloce (Q): apparirà una selezione.
    - attivo LIVELLO SCURISCI e applico la selezione come maschera del LIVELLO SCURISCI (basta creare una nuova maschera di livello e viene automaticamente presa l'area selezionata)
    Con Paint Shop:
    - attivo LIVELLO MASCHERA e lo copio, ctrl+A, ctrl+V
    - attivo LIVELLO SCURISCI e aggiungo una maschera vuota
    - attivo la maschera di LIVELLO SCURISCI e incollo dentro (ctrl+maiusc+L)
    Fatto :)
    LIVELLO MASCHERA non serve più, lo potete cestinare!
    Il risultato dovrebbe essere una cosa del genere:
    Tutorial, migliorare il cielo nei paesaggi
    Sperimentate modalità di fusione diverse e vedete come cambia l'effetto.
    Potremmo aver finito qui, ma per questo paesaggio volevo un'atmosfera più fiabesca :)
    Quindi qui comincia la fase del taroccamento :)
  8. Voglio un cielo meno saturo, quindi cambio la modalità di fusione da "Moltiplica" a "Colore più scuro"
    Tutorial, migliorare il cielo nei paesaggi
  9. Non contenta di ciò, do un tono violetto al LIVELLO SCURISCI con la regolazione di tonalità e saturazione (modalità "colora", tonalità sul viola e saturazione non molto alta)
    Tutorial, migliorare il cielo nei paesaggi
  10. C'è ancora una leggera dominante rossa che vorrei eliminare, soprattutto per recuperare il verde della vegetazione. Applico il bilanciamento colore in questo modo:
    Ombre: verde +16 (per gli alberi)
    Mezzitoni: ciano +12 e blu +16 (per eliminare la dominante rossa e raffreddare il cielo)
    Luci: Rosso +9 (per recuperare il calore nelle alte luci)
    Tutorial, migliorare il cielo nei paesaggi
  11. Per finire aumento leggermente la tonalità con la regolazione di tonalità e saturazione: un +13 sulla tonalità mi permette di avere un verde "più verde" e un cielo ancora più violetto. Si può anche aumentare leggerissimamente la saturazione. Senza esagerare, però!
    Tutorial, migliorare il cielo nei paesaggi
Conclusioni
Questo ovviamente è solo il procedimento che ho voluto seguire per questa particolare foto: situazioni di scatto differenti richiedono una postproduzione differente e vi dirò di più, a me capita spesso di scattare in funzione del tipo di postproduzione che ho intenzione di fare.
Quindi potrei scattare una foto volutamente scura (come in questo caso) perché so come intervenire in post.
Le raccomandazioni:

  1. familiarizzate con l'istogramma della vostra reflex, non fate affidamento sulla miniatura che vedete nel display
  2. imparate a usare le maschere di livello in modo "smart" (oggi abbiamo visto come utilizzare una maschera di livello ricavata direttamente dall'immagine, con un effetto più naturale rispetto a una maschera editata manualmente)
  3. sperimentate moltissimo i livelli di fusione... questa devo averla già detta :) ma quando si lavora con i chiaroscuri molto marcati i livelli di fusione possono rivelarsi provvidenziali.
La foto di oggi era molto luminosa, da qui la scelta di utilizzare una fusione sottrattiva (Moltiplica, Colore più scuro... ma provate anche Colore brucia)
Tutorial, migliorare il cielo nei paesaggi
In altre circostanze, magari, può essere più utile schiarire o aumentare il contrasto locale: provate una combinazione delle fusioni Scolora, Schiarisci e Colore Scherma...
Tutorial, migliorare il cielo nei paesaggi
oppure, per aumentare il contrasto, sperimentate la modalità Sovrapponi... e lavorate anche sulla trasparenza del livello ;)
Tutorial, migliorare il cielo nei paesaggi
In ogni caso ribadisco quello che ho detto all'inizio: questo non è il modo giusto per scattare foto di paesaggio. Io non sono brava a scattare foto di paesaggio. Questo è un sistema per salvare il salvabile quando fate un viaggio da qualche parte e volete portarvi via qualche bella cartolina, ma siete troppo pigri per imparare ad usare i filtri ;)

5 commenti:

  1. uuuhhhh, sai che domani provo??
    ho dovuto scattare dei paesaggi per lavoro e mi disperavo per il cielo!

    ma quali sarebbero i filtri adatti?

    RispondiElimina
  2. Babi, sicuramente (mi dicono) "il polarizzatore per le nuvole" (dovrebbe eliminare qualche riflesso e marcare meglio il contrasto) anche se nella mia modesta esperienza, vuoi perché sono un po' pigra, vuoi perché ho un pola economico da 30 euro, non ho notato differenze significative... idem per i vari filtri skylight ecc.
    I filtri di cui parlo, e che so che esistono, sono quelli con gradiente, tipo i filtri a densità neutra (quelli che tolgono 1 o 2 stop) solo che invece che essere uniformi sono sfumati: per cui metti in alto la parte più scura e questo ti permette di filtrare solo il cielo.
    Però non li ho mai provati.

    Ma se hai un sensore con una gamma dinamica abbastanza ampia e riesci a mantenere dettaglio su tutta la foto (e magari scatti in raw... io no, troppo pigra!), non è poi così diverso dal duplicare il livello in modalità moltiplica, con maschera di livello sfumata.

    RispondiElimina
  3. io ho scattato con il pola, e sinceramente ruotavo... ruotavo.... ruotavo.... e sognavo di vincere qualche soldo con mike bongiorno!
    stamattina mi sono messa buona buona nella speranza di recuperare qualche dettaglio.
    in fase di scatto ho anche fatto più scatti a esposizione diversa, nella speranza di clonare qua e là un po' di cielo!

    quei filtri sfumati li ho provati a scuola: ma visto che non sono mai stata chissà quanto interessata al paesaggio non mi sono premurata di fissare nella memoria il risultato!
    u_u

    RispondiElimina
  4. ps: non scatti in raw????

    tu folle!

    RispondiElimina
  5. Il raw è come il pola: è magnifico, ma per l'uso che ne faccio io (e per il tipo di postproduzione che faccio io) non mi è utile, non ho notato reali vantaggi nell'usare il raw rispetto al jpg che giustifichino il mazzo di conversione e archiviazione.
    Quindi scatto in raw solo per lavori commissionati in studio (e in quel caso lavoro in tif).
    Per il resto, jpeg (soprattutto per le foto ricordo delle vacanze!!). Non consiglio a nessuno di seguire il mio cattivo esempio, ma io mi trovo bene così, e le stampe in grande formato mi danno ragione :)

    RispondiElimina