sabato 31 ottobre 2009

Tutorial: esposizione multipla e "cloni" digitali - seconda parte

Come promesso (nella prima parte), ecco come creare dei "cloni" digitali con il fotoritocco.
Per l'occasione, ho deciso di clonare la mia "modella" preferita.
Ecco le tre immagini che ci serviranno a comporre il nostro "clone felino" finale:
Tutorial esposizione multipla e "cloni" - foto 1 Tutorial esposizione multipla e "cloni" - foto 2 Tutorial esposizione multipla e "cloni" - foto 3
Ovvero: 3 foto scattate con il cavalletto (o comunque con la macchina fotografica appoggiata da qualche parte per non modificare neanche di un millimetro l'inquadratura), esattamente alla stessa esposizione.
Quindi (abbastanza tassativo per foto di questo tipo), diaframma e tempo di esposizione rigorosamente in modalità manuale.
Possibilmente, flash in manuale (se avete intenzione di usarlo) e di rimbalzo, così non avrete ombre problematiche da gestire, e diaframma abbastanza chiuso da avere luce e messa a fuoco praticamente identiche tra i 3 scatti.

Insomma, non come me che ho usato il flash in e-TTL e diaframma a f2.8!! :)

Prima di andare avanti, sarebbe veramente molto utile che aveste già una certa dimestichezza con le "maschere di livello" ;)
Ok, cominciamo!

  1. Scegliere un'immagine come base su cui "incollare" gli altri "cloni".
    Io ho scelto questa:
    Tutorial esposizione multipla e "cloni" - foto 1
  2. Aprire la seconda immagine ed incollarla sulla prima come nuovo livello (con Photoshop è automatico quando fate il ctrl+V, con Paint Shop il comando è ctrl+L)
  3. Per controllare che le due immagini siano perfettamente sovrapposte, impostate al 50% il livello della seconda:
    Tutorial esposizione multipla e "cloni" - sovapposizione 2 livelli
  4. Attenzione agli elementi da far coincidere nelle varie immagini: in questo caso, tra uno scatto e l'altro (cioè nella fattispecie "spostando" la gatta) si è spostata anche la macchina fotografica sul letto. Non è importante, perché la "clonerò" insieme alla gatta. Quello che mi interessa di far coincidere meglio possibile è la testiera del letto.
  5. Impostare il livello superiore al 100% di opacità e aggiungere una maschera di livello ("nascondi tutto"). Questo farà sparire il secondo livello aggiunto
  6. Andiamo a rendere visibile la seconda gatta: con pennello bianco andiamo a "colorare" sul livello maschera (quindi, rendere visibile) l'area occupata dalla gatta. Utilizziamo prima un pennello molto grande e morbido per rendere visibile tutta l'area. Poi con pennello più piccolo e nero andiamo a ritoccare (e rendere invisibili) le aree intorno alla gatta, dove sia necessario
  7. Ed ecco il risultato:
    Tutorial esposizione multipla e "cloni" - 2/3
  8. Ripetere le stesse operazioni per aggiungere alla scena anche la terza gatta.
    In questo caso l'operazione di mascheratura è un po' più delicata in quanto, per incuria della fotografa (io ^_^) la messa a fuoco tra la terza foto e le altre due è molto diversa. Bisogna quindi lavorare con cura le linee di giunzione tra la testiera sullo sfondo (a fuoco nelle prime due, sfocata sulla terza) e il pelo della gatta in primo piano.
    Inutile dire che quando mi sono accorta dell'errore la mia atavica pigrizia mi ha impedito di rifare le foto, ma fare le foto per bene mi avrebbe risparmiato molto lavoro su photoshop ed inoltre il risultato finale sarebbe stato migliore.
  9. Malgrado ciò, ecco il risultato:
    Tutorial esposizione multipla e "cloni" - risultato finale
Il trucco adesso lo conoscete, l'unico limite a questo punto è la vostra creatività.
Buon divertimento!
Tutorial a cura di Viziocreativo / Luciana Ognibene



1 commento:

  1. Bellissimo tutorial e molto chiaro!Brava!

    RispondiElimina